Il NewYork Times posiziona o la Sicilia al settimo posto tra le destinazioni per il 2020.  Eccellente ed emozionante l’intuizione con la quale la Sicilia viene proposta al mondo. Il giornale internazionale usa una chiave di lettura meravigliosa, e parla di una «nuova ondata di turismo verde», con gruppi non-profit che hanno iniziato a proporre progetti per un turismo sostenibile. Tra questi  EtnAmbiente, che nel 2019 ha lanciato una app per supportare locali e turisti nel fotografare e denunciare fenomeni di inquinamento. Tutto questo richiama l’attenzione dei nuovi viaggiatori, sensibili alle tematiche ecologiche.  Le iniziative che promuovo ecologia integrale e percorsi per la  riduzione di  plastica per  preservare paesaggi e habitat marini unici amplificano il richiamo dei territori.

Il NYT cita anche l’aziende vinicole  della famiglia  sulle pendici dell’Etna e la Food Heritage Association di Anna Tasca Lanza, una scuola di cucina no-profit che celebra gli ingredienti siciliani. E poi le escursioni panoramiche con gli Historic Trains of Taste in partnership con Slow Food Sicilia, i tour in auto elettrica tra food e arte del tour operator Uncovr Travel, l’hotel Zash nel cuore di un agrumeto il cui ristorante ha ottenuto una stella Michelin nel 2020.

In questo percorso si colloca anche il progetto degli Orti Sociali  promossi dalla Comunità Laudato SI di Gela che recentemente sono stati promossi da Rai 1. L’attenzione al creato, al cibo di qualità, all’accoglienza, alla cura dell’ambiente possono essere un volano di sviluppo per Gela e la Sicilia.

 

 

 

admin

About admin

Leave a Reply